Categorie: Eventi di Crescita Professionale | Autore: Ilaria

Incitement Lab Veneto – il workshop

Nel corso dell’ultimo evento in Veneto, ci tenevamo a offrire un’esperienza più creativa e concreta del solito – coerentemente con quanto promesso come Lab regionali.

Così abbiamo deciso di destinare la mattina alla condivisione delle storie di successo, e di riservare il pomeriggio a delle attività maggiormente formative: Lorenzo Olivieri ha presentato due opportunità all’interno del Dream Team di Incitement Italy (ne parleremo ancora il 6 Maggio a Riccione) e Silvia Pettenazzo ha descritto tre posizioni aperte all’interno dell’azienda di cui è socia, AltreStrade (riassunte ieri nella pagina FB dell’Incitement Lab Veneto).

Dopo queste offerte di lavoro, si è passato a un vero e proprio workshop – reso possibile dal generoso contributo volontario di due facilitatori della comunicazione e un formatore professionisti.

Da parte nostra, come Dream Team Veneto, ritenevamo fondamentale che

  1. le informazioni su criticità riscontrate sul territorio veneto riguardo a lavoro autonomo, imprenditoria sociale e imprenditoria giovanile arrivassero da chi sta sfruttando come incubatore – e non costruendo l’Incitement Lab Veneto;
  2. idem per le proposte e i concetti chiave in base a cui strutturare vision e mission, obiettivi e attività.

Noi siamo al servizio, ma solo l’ascolto di chi beneficia di tale servizio può orientare la nostra azione in modo costruttivo ed efficace.

incitement lab veneto mappe mentali

Mappe mentali

I tre professionisti di cui sopra, raccordandosi tra di loro, hanno deciso di usare lo strumento delle mappe mentali per far dispiegare il processo creativo e raccogliere tali informazioni.
Ormai già da un po’ stiamo conoscendo approfonditamente questa risorsa attraverso il lavoro del mitico Tony Buzan – anche lui, tra l’altro, sarà di nuovo con noi il 6 Maggio a Riccione.

Ero davvero commossa (e tanto!) mentre giravo per la sala durante il pomeriggio, facendo le foto all’Incitement Lab Veneto – condividerò i motivi nell’ultima parte di questo articolo.

Fatto sta che, quando ho fotografato le tre mappe mentali realizzate, e ascoltato le descrizioni dai gruppi, ho capito che era fondamentale mettere queste informazioni a disposizione della collettività – ecco la ragione per cui ho deciso di fare due cose:

  • lasciare le tre mappe mentali appese nella sala dei Beati Costruttori di Pace, come regalo – così potranno costruire la pace ancora meglio 😀
  • E scrivere questo articolo per tutta la community!

Valore del workshop e delle mappe mentali

incitement lab veneto mappe mentaliPerché mi sono commossa così tanto?

Perché, in tantissimi percorsi di life coaching personalizzato che conduco, mi rendo conto che è impressionante il numero delle persone che, nel mondo del lavoro, operano in modo totalmente sconnesso dai reali bisogni della comunità.
Ed è per questo che molte attività non funzionano, o funzionano per un tempo assai limitato: perché regalano una soddisfazione a chi le crea ma non rendono un servizio prezioso a chi ne usufruisce.
Il che per me è un po’ un tradire un patto di appartenenza: il lavoro serve per migliorare la condizione della società, se lo facciamo solo per giocare e metterci in mostra per me è una recita, non lavoro.
Invece il 18 Marzo ho visto decine di persone pronte ad assumersi un impegno e una responsabilità; anche divertendosi e condividendo del meraviglioso tempo insieme, ma con maturità e consapevolezza.

Perché ho visto persone che producevano risultati utili e concreti in tempi brevi – il che, a mio avviso, è esattamente ciò che serve in Italia.
Saper realizzare, concretizzare, mettere le mani in pasta, sporcarsele anche (le mani) quando serve; perché solo così il nostro operato lascia un’impronta al prossimo, adesso e per il futuro. Altrimenti a che serve sognare?

E infine mi sono commossa a vedere lo spirito con cui tutti lo facevano: gli sguardi, le movenze, l’atmosfera, era tutto così pregno di sensibilità, senso di appartenenza, complicità, tenerezza e unione che… raramente ho percepito cose simili in un workshop del genere 🙂

Il mio consiglio è questo – soprattutto per chi opera in Veneto ma non solo

Scaricatevi queste tre mappe mentali e tenete ben presenti le informazioni che esse contengono, nello strutturare il vostro prodotto/servizio. Avrete sicuramente più probabilità di

  • fare successo, anche in termini di profitti;
  • realizzare un’attività imprenditoriale sostenibile – cioè che duri nel tempo;
  • e investire le vostre risorse ed energie per qualcosa a cui valga dedicarsi.

Da parte mia, sempre il meglio per tutti! 🙂

incitement lab veneto mappe mentali

Ilaria Cusano
www.ilariacusano.it
Pagina FB: Mercante d’Estasi

Comments

comments

Rispetto la tua privacy. Potrai rimuoverti con un solo click

Ilaria Cusano

Contribuisco al magnifico progetto Incitement Italy come Ambassador dell'Incitement Lab Veneto, ma prima di tutto lavoro come life coach. Gioco a definirmi Mercante d'Estasi perché la mia abilità consiste nel connettere mondi e insegnare a volare. Si rivolgono a me le persone che hanno bisogno di riportare il piacere nella propria vita, nella camera da letto ma anche nel lavoro, nei rapporti in generale e nella percezione di sé e dell'esistenza. La strategia che uso per far sì che ciò avvenga passa attraverso la riattivazione di quella che nel 1983 fu codificata come intelligenza spirituale/sociale. Mi sono formata come sociologa, ballerina e attrice teatrale e coach; lavoro come formatrice e autrice freelance con le donne adulte, e come titolare dell'azienda AltreStrade con le ragazze adolescenti e le famiglie. Il tutto nell'ottica di contribuire a rinnovare lo spirito collettivo e innovare la società. Il motto che ho inventato per le donne vale anche per ogni sistema: segui il piacere e splendi :-)

Seguimi anche dai social network!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri i prossimi eventi live Incitement Italy !

Rispetto la tua privacy. Potrai rimuoverti con un solo click